Loading...

Pietreionne

Falanghina del Sannio Maiorano 2021

Denominazione: Falanghina del Sannio DOP

Accedi o Abbonati per i prezzi

Esaurito

La cantina

Siamo ai piedi del Monte Taburno, sulle colline del Sannio. La cantina nasce nel piccolo comune di Ponte, chiamato cosi per l’esistenza di un ponte romano sull’antica via Latina che collegava Roma a Benevento.
La famiglia Corbo pianta e cura le vigne da 4 generazioni in località chiamata Pietreionne, pietre tonde, dove il terreno ricco di scheletro è caratterizzato da sassi e calcare. Nel 2015 Daniele Giovanni Corbo dopo una laurea in enologia ha deciso di prendersi carico dei 20 ettari di famiglia iniziando a vinificare in proprio nel segno della valorizzazione del terroir in cerca di eleganza, mineralità, freschezza. Falanghina, aglianico e barbera del Sannio sono i vitigni coltivati e vinificati sempre in purezza.

Siamo ai piedi del Monte Taburno, sulle colline del Sannio. La cantina nasce nel piccolo comune di Ponte, chiamato cosi per l’esistenza di un ponte romano sull’antica via Latina che collegava Roma a Benevento.
La famiglia Corbo pianta e cura le vigne da 4 generazioni in località chiamata Pietreionne, pietre tonde, dove il terreno ricco di scheletro è caratterizzato da sassi e calcare. Nel 2015 Daniele Giovanni Corbo dopo una laurea in enologia ha deciso di prendersi carico dei 20 ettari di famiglia iniziando a vinificare in proprio nel segno della valorizzazione del terroir in cerca di eleganza, mineralità, freschezza. Falanghina, aglianico e barbera del Sannio sono i vitigni coltivati e vinificati sempre in purezza.

Il vino

Maiorano è il cru aziendale. Il vino che il giovane Daniele ha voluto per esaltare e portare nel bicchiere le grandi potenzialità della falanghina. Il vigneto, il più vecchio, sorge nella località Toppo Maiorano ed è ricco di scheletro e calcare. Un vino di spiccata finezza e di pungente mineralità. Maiorano è una Falanghina del Sannio vinificata in acciaio con un lungo affinamento e batonnage sulle fecce fini per almeno 15 mesi. Un vino cremoso e strutturato in grado di mantenere grande freschezza e verticalità. Un bianco di grande avvolgenza e immediatezza, che si esprime con personalità grazie alla sua ricchezza e acidità se lasciato in cantina qualche anno.

Siamo ai piedi del Monte Taburno, sulle colline del Sannio. La cantina nasce nel piccolo comune di Ponte, chiamato cosi per l’esistenza di un ponte romano sull’antica via Latina che collegava Roma a Benevento.
La famiglia Corbo pianta e cura le vigne da 4 generazioni in località chiamata Pietreionne, pietre tonde, dove il terreno ricco di scheletro è caratterizzato da sassi e calcare. Nel 2015 Daniele Giovanni Corbo dopo una laurea in enologia ha deciso di prendersi carico dei 20 ettari di famiglia iniziando a vinificare in proprio nel segno della valorizzazione del terroir in cerca di eleganza, mineralità, freschezza. Falanghina, aglianico e barbera del Sannio sono i vitigni coltivati e vinificati sempre in purezza.

Maiorano è il cru aziendale. Il vino che il giovane Daniele ha voluto per esaltare e portare nel bicchiere le grandi potenzialità della falanghina. Il vigneto, il più vecchio, sorge nella località Toppo Maiorano ed è ricco di scheletro e calcare. Un vino di spiccata finezza e di pungente mineralità. Maiorano è una Falanghina del Sannio vinificata in acciaio con un lungo affinamento e batonnage sulle fecce fini per almeno 15 mesi. Un vino cremoso e strutturato in grado di mantenere grande freschezza e verticalità. Un bianco di grande avvolgenza e immediatezza, che si esprime con personalità grazie alla sua ricchezza e acidità se lasciato in cantina qualche anno.
Maiorano è il cru aziendale. Il vino che il giovane Daniele ha voluto per esaltare e portare nel bicchiere le grandi potenzialità della falanghina. Il vigneto, il più vecchio, sorge nella località Toppo Maiorano ed è ricco di scheletro e calcare. Un vino di spiccata finezza e di pungente mineralità. Maiorano è una Falanghina del Sannio vinificata in acciaio con un lungo affinamento e batonnage sulle fecce fini per almeno 15 mesi. Un vino cremoso e strutturato in grado di mantenere grande freschezza e verticalità. Un bianco di grande avvolgenza e immediatezza, che si esprime con personalità grazie alla sua ricchezza e acidità se lasciato in cantina qualche anno.

Minerale

Fruttato

Fresco

Saporito

Varietà delle uve: Falanghina

Fermentazione: Controllata

Vinificazione: In acciaio

Maturazione: In cemento

Certificazione: Nessuna

Loading...
Box

Spontaneità

Paese

Italia

Regione

Campania

Vino

Bianco

Accedi al tuo account

Benvenuto.

Sei un amante del vino? Benvenuto nel fantastico mondo di Winology, un abbonamento mensile pensato per aiutarti a vivere al meglio la tua passione​

Registrati ora